TUTTI GLI EVENTI DAL LAGO DI GARDA IN POI...dal 1993

Tour Castelli della Valtenesi (Bs) tour n.1

Tour Castelli della Valtenesi (Bs) tour n.1

Moniga del Garda - castello / Soiano del Lago - castello / Polpenazze del Garda - castello / Puegnago del Garda - castello / San Felice del Benaco - santuario Madonna del Carmine / San Felice del Benaco - castello / Manerba del Garda - Rocca / Manerba del Garda - Isola dei conigli / Manerba del Garda - Pieve / Manerba del Garda - fortificazioni /

Il nostro itinerario n.1 inizia davanti al castello di Moniga dove possiamo parcheggiare l’eventuale vettura. Ci dirigiamo al semaforo (presto rotonda) che attraversiamo con grande attenzione. Dietro al distributore, sulla destra in direzione di Soiano, imbocchiamo in leggera salita la via Monte Cicogna. Al primo incrocio procediamo diritti sino a ritrovarsi su una strada sterrata che seguiamo sino al primo bivio a sinistra e poi subito a destra per continuare diritti nei campi. Sbucati su una strada asfaltata andiamo a sinistra sino ad un incrocio dove giriamo a destra in via XXV aprile in leggera salita ma che presto si impenna in un notevole strappo. Coraggio, sono solo trecento metri e non dovete vergognarvi di scendere e spingere la bicicletta se proprio non ce la fate. Al termine della salita siete arrivati nel punto più alto di tutto il percorso: vi attendono solo alcuni brevissimi strappi e lunghe discese. Prendiamo a destra sino alla via di San Michele che imbocchiamo sino a giungere alla parrocchiale ed al castello di Soiano. Da qui andiamo in direzione di Polpenazze prestando attenzione al traffico automobilistico. Giunti alla rotonda andiamo diritti verso il centro per prendere poi una strada in discesa sulla destra che ci accompagna sino al castello di Polpenazze. Ritorniamo indietro in salita seguendo il senso unico sino allo stop dove prendiamo a destra per Puegnago. Giunti alla frazione di Mura giriamo a destra sino alla chiesa e poi a sinistra sempre in discesa sino al termine delle case. Allo stop andiamo a destra verso l’alto campanile che oggi domina l’ingresso del Castello di Puegnago. Riprendiamo la nostra passeggiata sottopassando l’arco pedonale e andando, allo sto, a destra per una lunga discesa che ci conduce sino alla rotonda di Raffa. Qui prendiamo per il centro sino alla parrocchiale che superiamo per prendere la prima strada a destra. Andiamo sempre diritti superando alcuni incroci sino ad incontrare un breve impegnativa salita. Al suo termine fermiamoci ad ammirare il panorama di San Felice prima di affrontare la ripida discesa che in poche centinaia di metri ci porta al santuario della Madonna del Carmine. Da qui prendiamo a sinistra verso il centro di San Felice dove accanto alla parrocchiale si ergono i resti del castello. Ritornati sui nostri passi, o meglio sulle nostre pedalate, per poche decine di metri imbocchiamo la stretta via che porta verso il porto. Allo stop andiamo a sinistra per prendere subito dopo a destra in via San Fermo. Al termine di varie discese, sulla nostra sinistra inizia la ciclabile che ci porta sino alla chiesetta ove un tempo sorgeva l’abitato e il castello di Scovolo. Seguendo la ciclabile giungiamo, al suo termine, alla strada di Portese che prendiamo a destra utilizzando il marciapiede ciclo pedonale. Alla rotonda andiamo diritti sino alle case del centro dove dobbiamo procedere a piedi per circa cento metri fra i vicoli dell’antico castello. Raggiunta la strada per Salò prendiamo a sinistra sino ad una cappella dove prendiamo a sinistra in direzione di Cisano. Superata l’incantevole frazione proseguiamo in salita sino allo stop. Qui con grande attenzione alle automobili andiamo a destra sino ad un altro stop dove prendiamo a sinistra in salita sino ad un incrocio molto trafficato che attraversiamo per prendere in salita la piccola via di San Caterina. Siamo di nuovo su una strada secondaria che corre fra vigneti ed oliveti. Dopo poco più di un chilometro, all’incrocio, andiamo a destra sin quasi ai due grossi edifici che ospitano una famosa cantina. Qui giriamo a sinistra in via Posone seguendo la strada sterrata nei campi sino a ritornare all’incrocio con via di Monte Croce che avevamo percorso in precedenza. Andiamo diritti sino a quando alla nostra sinistra possiamo ammirare in tutta la sua imponenza la rocca di Manerba e il golfo sottostante con l’isoletta dei conigli. Attraversato l’incrocio prendiamo subito a sinistra in via sterrata della Molaria. Anche qui attenzione sia per la ripida discesa che per la presenza di molta ghiaia, specialmente dopo i temporali. Al termine della discesa imbocchiamo il vicoletto a destra fiancheggiato da un muro in pietra sino a giungere alla Pieve di Manerba. Superatala prendiamo a destra la strada in salita che fiancheggia un residence. In breve arriviamo al bivio con la via Rio d’Avigo dove andiamo a destra prima in salita e poi in discesa fino ad un guado su un fiumiciattolo. In caso di forte presenza d’acqua un ponticello consente di superare il rio in tutta sicurezza. Ci attende l’ultima vera salita del nostro viaggio fra i castelli della Valtenesi ma per fortuna sono solo duecento metri. Giunti davanti ad una casa andiamo a sinistra sulla strada pianeggiante (se siamo in forma possiamo andare diritti per altri trecento metri sino al piccolo borgo di Balbiana dove svoltando a sinistra si giunge comunque al centro di Manerba) e dopo una breve salita ci troviamo ad un stop dove andiamo a sinistra per imboccare la strada che attraversa tutta la frazione di Solarolo di Manerba. Dopo aver superato la parrocchiale prendiamo la prima strada a destra verso le scuole. Allo stop andiamo a destra e poi attraversiamo a sinistra seguendo le indicazioni del palasport. Alle sue spalle, e di quelle del campo di calcio, imbocchiamo verso sinistra una strada nei campi, che presto diventa sterrata. Al primo bivio andiamo a sinistra in un’altra strada che con un’ampia curva verso destra si ricollega alla provinciale che in breve ci riporterà a Moniga e al termine del nostro viaggio.



Ristorante CIVICO 48 brasserie

Ristorante CIVICO 48 brasserie

  • Sirmione

La qualità al miglior prezzo.[...]

VIVICAFÈ

VIVICAFÈ

  • Desenzano del Garda

Pizzeria e Ristorante nel centro di Desenzano del Garda[...]

Caffė Grand'Italia

Caffė Grand'Italia

  • Sirmione

Cocktails, Desserts, Hot Snacks[...]

Hotel VILLAROSA ****

Hotel VILLAROSA ****

  • Desenzano del Garda

Benvenuti all’Hotel Villa Rosa**** nella splendida località di Desenzano del Garda dove comfort, eleganza e relax sono di casa. La nostra[...]

Clinica del sale_Desenzano

Clinica del sale_Desenzano

  • Desenzano del Garda

Benessere e relax: il mare in una stanza.[...]

Hotel Garden Zorzi

Hotel Garden Zorzi

  • San felice del Benaco

La nostra Casa si trova nello splendido golfo di Salò sul Lago di Garda. Noi pensiamo, per i nostri ospiti, ad un soggiorno di sport e ripo[...]

MERCATO SETTIMANALE DI MONIGA

MERCATO SETTIMANALE DI MONIGA

  • MONIGA del Garda
  • 28 Ottobre 2019

A Moniga il mercato settimenale offre un'ampia gamma di prodotti per acquirenti locali e stranieri.[...]


FIERE e MERCATI...
GROTTE DI CATULLO

GROTTE DI CATULLO

  • Sirmione
  • 20 Maggio 2013-31 Maggio 2020

Sito archeologico[...]


SITI ARCHEOLOGICI...
Callas sempre Callas

Callas sempre Callas

  • Sirmione
  • 29 Ottobre 2017-31 Dicembre 2020

A quarant’anni dalla morte della Divina, Terme di Sirmione le dedica un’esposizione permanente ad Aquaria, realizzata grazie al prezioso[...]


MOSTRE...
Castello di Moniga (Bs)

Castello di Moniga (Bs)

  • MONIGA del Garda

Tra i castelli ricetto della Valtenesi, il castello di Moniga, è sicuramente il meglio conservato e il più unitario per quanto riguarda la[...]


Da visitare...
Villa Bertanzi a Moniga (Bs)

Villa Bertanzi a Moniga (Bs)

  • MONIGA del Garda

Villa Bertanzi, in origine Villa Brunati, si trova nel centro storico di Moniga del Garda, circondata da uno splendido parco di alberi secol[...]


Da visitare...
Spiaggia di Moniga

Spiaggia di Moniga

  • MONIGA del Garda

A circa un chilometro di distanza dal centro storico di Moniga, si trova una spiaggia molto vasta, costeggiata da un lungolago, recentemente[...]


Spiagge...